Produzione

La produzione avviene secondo specifiche procedure e accurata selezione dei materiali, con una gestione 4.0, grazie a sistemi innovativi che permettono il controllo in tempo reale per prevenire ed evitare errori.

QUALITA' DEI MATERIALI

Controllo, selezione e certificazione dei materiali utilizzati nel ciclo produttivo come: ALLUMINIO (6082-5083-7075 etc), FE,C45, K100-K720, W300, AISI (304-316) , 39NCD4, 18NCD5, bronzo, materiale plastico etc.

INTRODUZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI INNOVATIVI VOLTI AD AMMODERNARE L’AZIENDA

OBIETTIVI

Il progetto era volto ad introdurre importanti innovazioni di processo e di prodotto e ad ammodernare i macchinari utilizzati dall’azienda. L’obiettivo strategico consisteva nell’incremento e nel miglioramento qualitativo della produzione, con la prospettiva di acquisire nuove commesse e accrescere la quota di mercato, nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Coerenza con gli obiettivi dall’articolo 5, paragrafo 5.1 del Bando

L’obiettivo dell’ammodernamento dei macchinari è realizzato attraverso l’acquisto di un nuovo centro di lavoro (fresatrice) a 5 assi, tecnologicamente molto più avanzata rispetto alla macchina utilizzata in precedenza. L’innovazione di processo è ottenuta grazie all’acquisto del software CAD/CAM per la gestione e  lo sviluppo dei cicli di lavoro per la nuova macchina e alla gestione della nuova macchina secondo il modello “Industria 4.0”.

 Le nuove tipologie di lavorazioni eseguibili con il nuovo macchinario, e la maggiore precisione, consentono di realizzare anche un’importante innovazione di prodotto.

INDUSTRIA 4.0

Il nuovo centro di lavoro (“fresatrice”) a 5 assi rientra tra i “Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti” e, in particolare nella sotto-categoria “macchine utensili per asportazione”

E’ infatti dotata, o sarà dotata (nel corso del progetto), delle seguenti caratteristiche: 1) controllo per mezzo di CNC: funzionalità già disponibile; 2) interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program: da realizzare nel corso del progetto; 3) integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica e/o con altre macchine del ciclo produttivo: da realizzare nel corso del progetto; 4) interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive: funzionalità già disponibile; 5) rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro; caratteristica già disponibile.

Le nuove macchine sono anche dotate di altre due caratteristiche richieste dal modello “Industria 4.0”: 1) sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto; 2) monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo,

 

IL PROGETTO FINANZIATO DAL BANDO

DGR n.769 del 04-06-2019 Azione 3.1.1 subazione A

Per realizzare tali obiettivi, l’azienda ha acquistato un centro di lavoro (fresatrice) a 5 assi simultanei, affiancato ad un software cad-cam di ultima generazione. Si tratta di un investimento aggiuntivo per incrementare ulteriormente la tecnologia presente in azienda, con l’ausilio di un impianto moderno e migliore di quello attualmente in uso (con solo 3 assi).

L’importo del sostegno finanziario complessivamente concesso 62.970,00 €

IL NUOVO MACCHINARIO E IL NUOVO SOFTWARE

Centro di lavoro a 5 assi simultanei PENTAMAC mod. PXT 620: macchina per lavorazioni meccaniche a 5 assi con tavola roto-tiltante d. 650mm con corse utili X=620 Y=520 Z=460. Campo tilting in continuo ASSE B -50°/+110°. Sistema software CAD/CAM Sprutcam 5xMILL (corredato di post processor, installazione e formazione) per Pentamac PXT 620: programma per la gestione e lo sviluppo dei cicli di lavoro per la macchina a 5 assi sopra descritta.

 

INNOVAZIONE

Le caratteristiche tecniche del nuovo centro di lavoro (5 assi anziché 3) consentono di realizzare un importante innovazione dei servizi offerti (nuove lavorazioni non possibili con i macchinari esistenti). La possibilità di lavorare cinque superfici (anziché tre) dello stesso pezzo, permette di minimizzare lo spostamento del pezzo sulla macchina, garantendo una maggiore precisione della lavorazione, oltre ad un sensibile risparmio di tempo.
La maggiore precisione delle lavorazioni consentirà all’azienda di accettare commesse in settori attualmente non serviti, quali l’automotive, e da clienti che richiedono una qualità molto elevata delle lavorazioni.
Con l’ausilio del nuovo software e della nuova macchina, l’azienda potrà quindi ampliare la potenzialità ed il raggio d’azione delle sue lavorazioni, sia a beneficio dei clienti attuali che di nuovi clienti potenziali.

IL PROCESSO PRODUTTIVO

Le caratteristiche della macchina consentono di migliorare significativamente il processo produttivo, riducendo (se non annullando) i tempi morti richiesti per piazzare/spostare il pezzo sulla macchina per completare la lavorazione richiesta dal cliente.
In molti casi, questo si traduce in un risparmio medio di tempo del 20%-30% con punte fino al 50%-60%. Il risultato è quindi una riduzione dei tempi di produzione, una maggiore precisione e, a causa di ciò, una riduzione dei tempi per le fasi di collaudo.
Solo per aver un dato di confronto, con le altre macchine fresatrici a tre assi, alcune lavorazioni da 90 minuti possono richiedere fino a 70 minuti per il piazzamento e il riposizionamento del pezzo in lavorazione.
Anche il nuovo centro di lavoro a 5 assi, come le altre macchine a controllo numerico usate in azienda (5 centri di lavoro a tre assi e 2 torni), è collegato al sistema di gestione della produzione, garantendo i benefici del modello “Industria 4.0” in termini di automatismi, controllo e di flessibilità della produzione.

IL PROGETTO E’ COERENTE CON LA STRATEGIA EUSALP (EU STRATEGY FOR THE ALPINE REGION) – PRIMA AREA TEMATICA: “CRESCITA ECONOMICA ED INNOVAZIONE”

Il progetto di investimento ben si inserisce nella Strategia dell’Unione Europea per la Regione Alpina, con particolare riferimento alla Prima Area Tematica (Crescita Economica ed Innovazione).  Quest’ultima si concentra sul potenziale economico dei settori strategici della Regione alpina, con particolare riguardo al sostegno alle PMI che costituiscono un’importante spina dorsale dell’economia e dell’occupazione nella Regione stessa. Come riconosciuto dalla Strategia, per esprimere il loro pieno potenziale, le PMI devono poter superare le barriere che limitano la loro crescita, tra cui in particolare la difficoltà ad investire in innovazione, nell’esportazione e nell’integrazione in catene globali di valore che ne compromette la competitività. In linea con tale obiettivo, l’azienda prevede di investire nell’acquisto di un macchinario e in un software innovativi, che non solo garantiscono all’azienda dei miglioramenti in tema di consumi energetici, scarti di produzione, ma più in generale un miglioramento dell’intero processo produttivo con un possibile conseguente aumento competitivo nel mercato di riferimento. Proprio alla luce degli obiettivi della Prima Area Tematica, tra cui quello di sostenere e accompagnare le PMI in una crescita dinamica, è possibile considerare l’investimento dell’azienda, pienamente coerente con EUSALP e con le azioni previste a supporto dello sviluppo economico innovativo nell’intera Regione Alpina.

INTRODUZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI INNOVATIVI VOLTI AD AMMODERNARE L’AZIENDA

OBIETTIVI

Il progetto era volto ad introdurre importanti innovazioni di processo e di prodotto e ad ammodernare i macchinari utilizzati dall’azienda. L’obiettivo strategico consisteva nell’incremento e nel miglioramento qualitativo della produzione, con la prospettiva di acquisire nuove commesse e accrescere la quota di mercato, nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Coerenza con gli obiettivi dall’articolo 5, paragrafo 5.1 del Bando

L’obiettivo dell’ammodernamento dei macchinari è realizzato attraverso l’acquisto di un nuovo centro di lavoro (fresatrice) a 5 assi, tecnologicamente molto più avanzata rispetto alla macchina utilizzata in precedenza. L’innovazione di processo è ottenuta grazie all’acquisto del software CAD/CAM per la gestione e  lo sviluppo dei cicli di lavoro per la nuova macchina e alla gestione della nuova macchina secondo il modello “Industria 4.0”.

 Le nuove tipologie di lavorazioni eseguibili con il nuovo macchinario, e la maggiore precisione, consentono di realizzare anche un’importante innovazione di prodotto.

INDUSTRIA 4.0

Il nuovo centro di lavoro (“fresatrice”) a 5 assi rientra tra i “Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti” e, in particolare nella sotto-categoria “macchine utensili per asportazione”

E’ infatti dotata, o sarà dotata (nel corso del progetto), delle seguenti caratteristiche: 1) controllo per mezzo di CNC: funzionalità già disponibile; 2) interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program: da realizzare nel corso del progetto; 3) integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica e/o con altre macchine del ciclo produttivo: da realizzare nel corso del progetto; 4) interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive: funzionalità già disponibile; 5) rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro; caratteristica già disponibile.

Le nuove macchine sono anche dotate di altre due caratteristiche richieste dal modello “Industria 4.0”: 1) sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto; 2) monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo,

 

IL PROGETTO FINANZIATO DAL BANDO

Per realizzare tali obiettivi, l’azienda ha acquistato un centro di lavoro (fresatrice) a 5 assi simultanei, affiancato ad un software cad-cam di ultima generazione. Si tratta di un investimento aggiuntivo per incrementare ulteriormente la tecnologia presente in azienda, con l’ausilio di un impianto moderno e migliore di quello attualmente in uso (con solo 3 assi).

IL NUOVO MACCHINARIO E IL NUOVO SOFTWARE

Centro di lavoro a 5 assi simultanei PENTAMAC mod. PXT 620: macchina per lavorazioni meccaniche a 5 assi con tavola roto-tiltante d. 650mm con corse utili X=620 Y=520 Z=460. Campo tilting in continuo ASSE B -50°/+110°. Sistema software CAD/CAM Sprutcam 5xMILL (corredato di post processor, installazione e formazione) per Pentamac PXT 620: programma per la gestione e lo sviluppo dei cicli di lavoro per la macchina a 5 assi sopra descritta.

 

INNOVAZIONE

Le caratteristiche tecniche del nuovo centro di lavoro (5 assi anziché 3) consentono di realizzare un importante innovazione dei servizi offerti (nuove lavorazioni non possibili con i macchinari esistenti). La possibilità di lavorare cinque superfici (anziché tre) dello stesso pezzo, permette di minimizzare lo spostamento del pezzo sulla macchina, garantendo una maggiore precisione della lavorazione, oltre ad un sensibile risparmio di tempo.
La maggiore precisione delle lavorazioni consentirà all’azienda di accettare commesse in settori attualmente non serviti, quali l’automotive, e da clienti che richiedono una qualità molto elevata delle lavorazioni.
Con l’ausilio del nuovo software e della nuova macchina, l’azienda potrà quindi ampliare la potenzialità ed il raggio d’azione delle sue lavorazioni, sia a beneficio dei clienti attuali che di nuovi clienti potenziali.

IL PROCESSO PRODUTTIVO

Le caratteristiche della macchina consentono di migliorare significativamente il processo produttivo, riducendo (se non annullando) i tempi morti richiesti per piazzare/spostare il pezzo sulla macchina per completare la lavorazione richiesta dal cliente.
In molti casi, questo si traduce in un risparmio medio di tempo del 20%-30% con punte fino al 50%-60%. Il risultato è quindi una riduzione dei tempi di produzione, una maggiore precisione e, a causa di ciò, una riduzione dei tempi per le fasi di collaudo.
Solo per aver un dato di confronto, con le altre macchine fresatrici a tre assi, alcune lavorazioni da 90 minuti possono richiedere fino a 70 minuti per il piazzamento e il riposizionamento del pezzo in lavorazione.
Anche il nuovo centro di lavoro a 5 assi, come le altre macchine a controllo numerico usate in azienda (5 centri di lavoro a tre assi e 2 torni), è collegato al sistema di gestione della produzione, garantendo i benefici del modello “Industria 4.0” in termini di automatismi, controllo e di flessibilità della produzione.

IL PROGETTO E’ COERENTE CON LA STRATEGIA EUSALP (EU STRATEGY FOR THE ALPINE REGION) – PRIMA AREA TEMATICA: “CRESCITA ECONOMICA ED INNOVAZIONE”

Il progetto di investimento ben si inserisce nella Strategia dell’Unione Europea per la Regione Alpina, con particolare riferimento alla Prima Area Tematica (Crescita Economica ed Innovazione).  Quest’ultima si concentra sul potenziale economico dei settori strategici della Regione alpina, con particolare riguardo al sostegno alle PMI che costituiscono un’importante spina dorsale dell’economia e dell’occupazione nella Regione stessa. Come riconosciuto dalla Strategia, per esprimere il loro pieno potenziale, le PMI devono poter superare le barriere che limitano la loro crescita, tra cui in particolare la difficoltà ad investire in innovazione, nell’esportazione e nell’integrazione in catene globali di valore che ne compromette la competitività. In linea con tale obiettivo, l’azienda prevede di investire nell’acquisto di un macchinario e in un software innovativi, che non solo garantiscono all’azienda dei miglioramenti in tema di consumi energetici, scarti di produzione, ma più in generale un miglioramento dell’intero processo produttivo con un possibile conseguente aumento competitivo nel mercato di riferimento. Proprio alla luce degli obiettivi della Prima Area Tematica, tra cui quello di sostenere e accompagnare le PMI in una crescita dinamica, è possibile considerare l’investimento dell’azienda, pienamente coerente con EUSALP e con le azioni previste a supporto dello sviluppo economico innovativo nell’intera Regione Alpina.

Contatti

Sede operativa

Via Luigi Pierobon, 2A - 35010 Limena PD

INVIA UNA RICHIESTA

2 + 15 =

Cometec S.r.l.

Via L. Pierobon, 2A - 35010 LIMENA (PD)

Tel. +39 049 8841998 / Fax: +39 049 8846783

P.IVA: 03307460281 - Cap. Soc. i.v. 10.000,00 € - REA: 302347

info@cometecmeccanica.it